Corpo felice, di Dacia Maraini. Storie di donne, rivoluzioni e un figlio che se ne va

24 Marzo 2019   /   di    / Categorie:  Ex Libris, Libri

Recensione del libro: Corpo felice. Storie di donne, rivoluzioni e un figlio che se ne va, di Dacia Maraini

Il Corpo Felice di Dacia Maraini rispecchia innanzitutto una forte maternità, e non si percepisce soltanto dal contenuto, ma da quella profonda leggerezza con cui padroneggia le parole e si racconta. La scrittrice scava a mani nude nel passato, a partire dalla sua infanzia, per comporre una bambina vivace e intraprendente che con occhi grandi, i piedini avvolti nei sandaletti di pelle rossiccia coperti di polvere della terra di Kyoto, si avvicina alla crescita di una donna adulta e consapevole. Si chiede quanta ingiustizia esista nel mondo, verso le donne e quella femminilità così eclatante, creativa e fertile. Lo dice a suo figlio, Perduto, e gli parla come se fosse nato sano e vivo, invece di essere messo al mondo con un cuore senza battiti, schiacciato da una placenta previa. Dacia Maraini lo rianima, e lo risuscita con i pensieri ed i valori di una donna che ha combattuto per i suoi diritti e quelli degli altri. Fanno commuovere le frasi che compongono il dolore di una perdita di un figlio e dell’amore incondizionato che solo una donna è in grado di dare e che non si arrende nemmeno al fattaccio. Niente è perduto, e Perduto è vivo nella sua anima e nel suo corpo felice, pronto ad accogliere le parole di una madre pura e innamorata.

Sei di un ottimismo infantile e quasi commovente, ma così lontano dalla realtà da risultare insopportabile

Corpo felice” potrebbe essere considerato un libro filosofico e storico, in cui l’autrice collega Goethe a Cotittie, Aristotele a Pinocchio, per tornare da Platone e Eschilo, in un percorso in cui la chiesa ha un ruolo importante e discriminante, senza dimenticare mai che nulla è perduto realmente, perché finché si pensa e si scrive, c’è speranza. Crescere un figlio che è scomparso, ma che appartiene a tutti noi, che vive in tutti noi perché parte integrante di ogni singola vita, è questo il messaggio che si percepisce e che Dacia Maraini sembra voglia trasmettere ai lettori con il suo insolito scritto, così aperto e galoppante di emozioni e verità. Un libro che racconta l’amarezza di una grave perdita, ma anche del pensiero positivo che intreccia la convivenza tra uomini e donne, non trascurando mai gli enormi sacrifici delle combattenti per i pari diritti del passato.

Risalta il forte desiderio di educare un bambino appena nato alla sua autonomia, accompagnandolo nelle sue scelte, per farlo diventare un uomo cortese in un mondo in cui ci si tiene per mano, con il rispetto per le differenze dei sessi, in armonia, e con una totale coerenza che solo una grande scrittrice come Dacia Maraini è in grado di trasmettere.

L’autrice Dacia Maraini (fonte wikipedia)

Dacia Maraini è autrice di romanzi, racconti, opere teatrali, poesie e saggi, editi da Rizzoli e tradotti in oltre venti Paesi. Nel 1990 ha vinto il Premio Campiello con La lunga vita di Marianna Ucrìa e nel 1999 il Premio Strega con Buio. Il suo ultimo romanzo è Tre donne (Rizzoli 2017).

Corpo Felice è edito da Rizzoli, disponibile in tutte le librerie e on-line: corpo-felice

Maggie Van Der Toorn

 

  • Follow us:
Ex Libris Rubrica