Una meta raggiungibile – Fotoracconto . L’immagine in una storia – Foto di Sal Pavone

30 Gennaio 2019   /   di    / Categorie:  Fotoracconto

Una meta raggiungibile – Fotoracconto – Foto di Sal Pavone

Avevi detto che mi avresti portato a Roma, città eterna, meta di cultura e storia. Io, ragazza del Nord, nata e cresciuta in una valle di montagne innevate, avevo un sogno nel cassetto: visitare la capitale e vedere con i miei occhi tutti quei monumenti, unici al mondo. Piazza Venezia, Piazza di Spagna, Il Gianicolo, erano alcune destinazioni preferite, ma la mia meta in assoluta era il Colosseo. Un giorno mi facesti una sorpresa, bussando alla mia porta con due biglietti del treno in mano, destinazione: Roma. Nessuna era più felice di me. Finalmente avrei visto dal vero, quello che avevo solo osservato in televisione, e per di più ci andavo con te! Mancavano pochi giorni alla partenza quando la vita si trasformò in un incubo. In pochi attimi era la fine di tutto, quando una macchina, non avendoti visto in bicicletta, ti investì. In condizioni disperate ti avevano portato in ospedale, ed io aspettavo con il cuore in mano che ti saresti svegliato. Passò molto tempo, ma poi finalmente mi guardavi nuovamente negli occhi. Ero felice, ma triste allo stesso momento, perché dovetti dire, che per salvarti, ti avevano dovuto amputare la gamba sinistra. Erano mesi difficili con tanti sforzi, cure e riabilitazione. Roma era rimasta una meta lontana, e pensavo che mai ci saremmo più andati. Ma la forza che avevi era immensa, maggiore del più coraggioso guerriero. Facevi di tutto per riprendere in mano la tua vita. Camminavi con la protesi, e pedalavi in bicicletta con una gamba sola, su e giù per le montagne. Qualche anno dopo, finalmente, andammo a Roma, ed eravamo insieme, io e te, mano nella mano. Un’emozione fortissima mi attraversò tutto il corpo quando mi trovai davanti al monumento più bello del mondo. Ci abbracciammo ed eravamo felici. Io, di vedere il Colosseo, tu, di essere lì con me, con una gamba, sì, ma con tanta gratitudine di aver raggiunto la meta di voler vivere.

Maggie Van Der Toorn

Foto di Sal Pavone

Info: Fphotographerome

www.salpavone.com

 

  • Follow us:
Ex Libris Rubrica